Quel demonio di mio nipote. parte 2

Quel demonio di mio nipote. parte 2

Gliel’ho preso in mano, mentre lui tentava di mettermelo dentro ma senza riuscirci, e io stessa ho appoggiato la punta dell’attrezzo enorme sull’imbocco della mia sorca fradicia di voglia. il palo è entrato subito, una volta trovata la strada, ed io, di conseguenza, mi sono ritrovata ripiena come un bignè, ma non di crema, ma di carne turgida e rosa!!! “Chissà quante ragazze avrà desiderato, poveretto! guarda che voglia che ha nelle palle!”, mi dicevo io, piena di pietà, fra un gemito ed un urletto, mentre lui mi chiavava con la forza di un locomotore, preciso nei colpi e negli affondi di glande. “Chissà quante pippe si sarà sparato, pensando alle donne che desiderava!”, proseguivo a riflettere, mentre mio nipote mi sconquassava nella pecorina più atomica della mia vita. Mi aveva piazzato lui a novanta gradi, ormai se la poteva cavare da solo così l’ho lasciato fare. D’altra parte, sapeva cosa fare, di giornaletti porno di certo ne aveva sfogliati a centinaia. così, quando il ragazzotto mi ha fatto il culo, io non ho più pensato che avrei dovuto mettere un limite alla mia bontà sessuale.

Quel demonio di mio nipote. parte 2 - zia scopata nella figa incesto

ma in fondo, come avrei potuto limitarmi ormai? per come godevo e urlavo penso che fosse impossibile dare un taglio a quell’avventura dal sapore incestuoso. e forse era proprio quel sapore, così perverso, che mi ha portata fino al punto di far sborrare mio nipote dal canale sfinterico. Ma, udite udite, mica se n’è stato calmo, poi… macché, la sua bestia dura è tornata su dopo due secondi, io ancora dovevo riprendermi dalla cavalcata anale, mi sono trovata supina, con lui ancora sopra che pompava. questa volta il pertugio della sorca lo ha trovato subito, Mirko è uno che impara in fretta… tutto sua madre… ma questa è un’altra storia… comunque, ho ripreso a montarmi, e con forza! era più arrapato di prima! trapanava selvaggiamente, bum, bum, bum, menava colpi di cazzo incredibilmente potenti, ancora bum, bum, bum, io ondeggiavo sotto le sue spinte e venivo, perché anche una frigida sarebbe venuta con un trattamento del genere, figuratevi quanto miele dalle ovaie ho buttato fuori io, che frigida non lo sono neanche un poco.

zia matura figa sborrata foto

così Mirko s’è fatto la seconda, ha spruzzato lo sperma, abbondante come la prima volta, sulla mia pancia. tutto finito? niente affatto: dieci secondi più o meno, ed io cazzo era nuovamente in erezione… Questa volta mi sono sistemata io, ma sopra di lui. mi sono detta, “magari se lo scopo io, riesco a spomparlo!” ci ho provato. ho pompato e ruotato la figa come meglio sapevo fare, e lui è venuto per la terza volta. ho osservato il suo cazzo moscio, intimorita di rivederlo guizzare verso l’alto. sono passati alcuni secondi ho iniziato a rilassarmi, ma, al trentesimo secondo la stanga a rincominciato a gonfiarsi, ed io, senza aspettare che diventasse dura, mi sono sistemata a cosce aperte, aspettando il quarto attacco di quel demonio di mio nipote…

le tette zia mia zia incesto

prima parte qui

Porno italiano

Vero porno © 2014 Contatto